Radice-Labirinto

  Corso Roma 38,   41012 Carpi - Modena

  059642361

Shopping - Libreria a Carpi - Modena

 Informazioni

Informazioni per Radice-Labirinto

Libreria per bambini e ragazzi specializzata in narrativa, albi e libri illustrati, in giocattoli in legno e di raffinata fattura. Corsi di formazione.

La nostra piccola bottega si chiamerà "Radice-Labirinto" libreria per l'infanzia e dedica il suo nome ad una fiaba di Italo Calvino, ma in generale vuole essere un omaggio al grande "racconta fiabe" italiano morto, oramai, quasi trenta anni fa. Io e Dario siamo diplomati librai e giocattolai presso l'Accademia Drosselmeier di Bologna, scuola di alta formazione della Cooperativa Culturale "Giannino Stoppani" che fa capo all'omonima libreria per ragazzi del centro storico di Bologna e che, si può dire, ha fatto e continua a fare la storia del libro per ragazzi in Italia. Siamo appassionati lettori e crediamo fermamente che una libreria per bambini possa diventare un polo culturale per la città di Carpi, promuovendo il libro come metafora d'infanzia. Collaborando con tutto il territorio e le sue istituzioni, la libreria "Radice-Labirinto" vuole promuovere un'idea di cultura condivisa e partecipata che possa tracciare percorsi e labirinti di senso per bambini, genitori e insegnanti: ci si perderà e ritroverà tra le pagine dei libri, ognuno traccerà il suo personale percorso per riscoprire le radici della propria immaginazione. Due simboli antichi sono contenuti nel nome “Radice-Labirinto”: due immagini che racchiudono l'idea di un'origine legata alla terra, alla naturalità, alla selvatichezza da un lato e allo smarrirsi, al gioco e alla scoperta dall'altro. E non sono forse queste due allegorie potenti anche del mondo bambino? Particolare attenzione la Libreria vuole porre sul rapporto con la natura e per questo propone laboratori condotti da qualificate atelieriste che avranno il compito di ideare, sempre a partire dal libro, "officine creative" in cui il ritmo delle stagioni e il rapporto con la terra siano al centro di tutte le esperienze laboratoriali. La libreria vuole anche promuovere il giocattolo di qualità, un giocattolo cioè in grado di stimolare l'immaginazione dei bambini, capace di reinventare il gioco proponendosi con forme e colori capaci di suggerire, ogni volta, stimoli differenti. Nella selezione di giocattoli effettuata si sono tenuti presente criteri di sostenibilità del prodotto, privilegiando giocattoli in legno e carta, provenienti da case produttrici attente a tutto il percorso manifatturiero e da sempre impegnate nella promozione di percorsi etici. La libreria non dimentica anche un altro compito importantissimo a cui assolve il libro: stimolare, guidare, sostenere il lavoro prezioso delle insegnanti. Per questo sono state messe a punto diverse proposte per le scuola in modo da poter costruire un dialogo trasparente con nidi, materne e scuole primarie del comprensorio di Carpi. Per poter contribuire sia alla formazione degli insegnanti interessati sia ad ampliare e arricchire le biblioteche scolastiche e di sezione, Radice-Labirinto” ha pensato a formule che possano essere convenienti per le istituzioni scolastiche e parascolastiche in un momento storico ed economico delicato, perché crede fortemente che la scuola e le insegnanti possano essere molto aiutate dal libro di qualità per bambini. La nostra libreria è una piccola bottega di 35mq nel centro storico di Carpi. L'architetto Ilaria Vasdeki (Madori, design relazionale: www.madoridesign.it) ha curato il progetto d'arredo. Si è creato da subito un legame profondo tra noi e Ilaria, lei ha colto al volo le istanze che la libreria, ispirata dalla fiaba di Calvino, voleva promulgare e ha progettato un arredo al tempo stesso funzionale, ecologico ed innovativo. L'idea che sta alla base del “concept” è quella di uno sposalizio tra natura e architettura che renda la libreria un giardino, dove immergersi nella lettura significhi anche ritrovare un legame con l'ambiente. In un gioco di scambi prospettici (come nella fiaba di Calvino) tra il dentro, il fuori, il sopra e il sotto, il bambino e l'adulto sono invitati a perdersi per poi riscoprire, grazie alla metafora del labirinto, nuove strade da percorrere, nuovi modi per vivere una libreria e, più in generale, una città. Ilaria Vasdeki ha pensato alla libreria anche come ad un luogo in movimento, ha studiato gli arredi in modo che questi potessero da un lato creare spazi di intimità dedicati alla lettura e dall'altro che potessero essere ricomposti e riorganizzati per dare vita a spazi di convivialità e condivisione. Nulla, dalla vetrina allo spazio lettura, dagli sgabelli ai tavoli, ha una collocazione definitiva e l'ambiente per quanto piccolo può sempre essere reinventato. Le idee progettuali di Ilaria hanno trovato forma anche grazie alla consulenza botanica di "Meccanica Verde". Grazie all'intervento di Ilaria Vasdeki, chi entra in libreria percepisce una Natura non addomesticata, ma che è dolcemente accolta e invitata ad entrare, poiché le piante invadono con la loro luce ed energia ogni angolo della bottega. Io e Dario progettiamo e sognamo, insieme ad Ilaria (che continuerà a collaborare con noi anche in futuro), di invadere con "anime verdi" il centro storico di Carpi e in particolare piazza Garibaldi, sfondando, come si augura Calvino nella sua "Foresta radice-labirinto", il muro che divide ambiente naturale e città. Fondamentale a questo proposito la collaborazione con l'artista e cara amica Silvia Molinari (www.silviamolinari.it) che per "radice-labirinto" ha disegnato e acquerellato la carta da parati. Con la grazia e l'eleganza che l'hanno resa famosa sia in Italia (artista selezionata per la biennale di Venezia) che all'estero (espone per la galleria d'arte "Il lepre" di Piacenza e partecipa a mostre internazionali) , Silvia ha reinventato e reinterpretato la foresta di Calvino. Una foresta di betulle sfonda il muro della libreria, stringendo un legame simbolico sia con il patrimonio naturale di Carpi (la betulla è infatti albero d'acqua e di argini) sia con i paesi del nord Europa, dove la betulla forma intere foreste e dove la tradizione del libro da un lato e del giocattolo in legno dall'altro, hanno una lunga storia. Senza dimenticare il respiro magico che una libreria per bambini suscita in chi si trova ad entrarci, Silvia Molinari ha elaborato una sua personale visione di labirinto creando per noi un groviglio di rami e foglie che, come l'oramai celebre tana del Bianconiglio, invita adulti e bambini a immargersi nei mondi immaginifici a cui solo il libro ci sa riportare e condurre. Silvia Molinari ha disegnato e ideato anche il logo della libreria, facendo un'ulteriore operazione di sintesi rispetto ai due simboli della radice e del labirinto. Ritroviamo nel logo le betulle che creano, come in uno specchio, un'affascinante illusione ottica riportandoci alla mente la fiaba di Calvino e l'idea del dedalo arboreo. La magia non è finita: se sarete ospiti assidui della libreria potrete vedere il logo mutare nel corso delle stagioni, ritrovandolo su pacchi regalo, borse e cartoline, stupendovi ogni volta della dolcezza di tratto di Silvia Molinari, che continuerà a collaborare con la libreria esponendo piccole mostre personali e ideando laboratori per adulti e bambini. L'inaugurazione di questo piccolo luogo ricco di storie, parole e figure avverrà il 16 marzo 2013 con il prezioso patrocinio della Città di Carpi e la collaborazione della biblioteca comunale per ragazzi "Il Falco Magico". Una grande festa è stata pensata per l'occasione, diversi artisti dal campo del teatro, della musica e della danza sono stati invitati a reinterpretare, secondo la loro personale poetica, la fiaba di Calvino. Dalle 16 alle 19 burattini, danzatrici sospese, atelieriste, lettrici, musicisti, animeranno un angolo di piazza Garibaldi. Sotto la sapiente supervisione dell'organizzatrice di eventi Veronica Vecchi (Vevents: www.veronicavecchievents.com), bambini e adulti saranno invitati a camminare, come in una fiera di paese, tra parole, immagini e labirinti che, in un sapiente gioco di contemporaneità, prenderanno forma in piazza.